Protesi

Cos'è

Le protesi dentali sono dei manufatti utilizzati per rimpiazzare la dentatura originale persa o compromessa, ovvero ristabilire le funzioni masticatorie ed estetiche dovute ad edentulia totale o parziale.

La mancanza di uno o più denti può mettere a rischio la salute orale: gli altri denti si spostano, si inclinano e si allungano modificando l’equilibrio di tutta la bocca.

Si possono distinguere diverse tipologie di protesi dentali: fisse o mobili, totali o parziali.

Protesi Fisse

Le protesi fisse sostituiscono gli elementi dentari mancanti con manufatti definitivi e stabili: faccette, corone, ponti cementati su denti naturali o su radici artificiali e possono sostituire una parte o l’intera arcata dentaria.

Protesi Fissa Parziale (Ponte)
Protesi Fissa Totale

La protesi, in questo caso, è ancorata in maniera definitiva attraverso l’inserimento chirurgico di pilastri in titanio i quali sono integrati (avvitati o cementati) nell’osso mandibolare o mascellare, preservando i denti ancora presenti e garantendo una completa stabilità. Risulta essere la migliore soluzione per ottenere una reintegrazione funzionale ed estetica che si avvicina più di tutte alla condizione naturale dei denti di un soggetto.

Protesi Mobili

La protesi mobile è volta anch’essa a sostituire una parte o l’intera arcata dentaria ma, a differenza di quella fissa, può essere rimossa dal paziente allo scopo di eseguire le ordinarie manovre di igiene quotidiana.

Protesi Mobile Parziale
Protesi Mobile Totale

La protesi mobile parziale è ancorata ai denti naturali residui o a impianti artificiali mediante dei ganci e la sua stabilità è garantita da un perfetto appoggio sulle gengive. La parziale, normalmente, e formata da una struttura metallica “scheletrato” e grazie ad attacchi metallici su elementi dentari esistenti permette di avere un maggior livello di stabilità sia funzionale che masticatoria. La protesi mobile totale “cd. dentiera” si utilizza qualora non vi sono denti o radici naturali residue e va a sostituire un’arcata o entrambe le arcate poggiando unicamente sulle mucose o sull’osso.

L’efficacia masticatoria è sicuramente più ridotta rispetto a quella che si può ottenere con una protesi fissa ma rappresenta la soluzione più economica e meno complessa per ripristinare le funzioni orali del paziente.

CONDIVIDI SU